• Comunque buona possa essere la strategia, vai ogni tanto a controllare i risultati.
Winston Churchill



Abbiamo preso in prestito la formula della teoria della relatività di da Einstein per indicare la metodologia perché si tratta anch'essa di una formula.

La metodologia si basa su un insieme di teorie, approcci, strumenti e metodi per elaborare delle modalità d'intervento che garantiscano, quasi in modo matematico, un risultato.

La matematica non è un'opinione. Questo vuol dire che garantiamo il risultato desiderato utilizzando la formula adatta per ogni specifica esigenza formativa e di sviluppo.


Stile partecipativo

Il trainer crea delle esperienze per portare i partecipanti ad una riflessione a caldo. La tecnica è di facilitare l'acquisizione delle nuove conoscenze e competenze facilitando la riflessione sui contenuti appresi attraverso debriefing di attività elaborate appositamente per portare le persone ad intraprendere azioni concrete per la propria crescita.


L'approccio utilizzato dal trainer è di tipo umanistico esperienziale (C. Rogers). Il trainer infatti:


• Si occupa di predisporre il clima iniziale dell'esperienza;
• Aiuta a scegliere e chiarire gli obiettivi;
• Stimola il desiderio delle persone di realizzare gli scopi che hanno senso per loro come forza motivazionale;
• Organizza e rende disponibili la più vasta gamma di risorse per l'apprendimento;
• Si considera come una risorsa flessibile ed utilizzabile dal gruppo;
• Accetta sia i contenuti che le emozioni;
• Utilizza modalità non impositive ma di condivisione che gli altri possono accettare o rifiutare.


Metodo Esperienziale Dharma

Per lo sviluppo di competenze specifiche, la facilitazione dei contenuti in unità didattiche parte dall'esperienza dei partecipanti e si articola su 6 principali punti per mettere in condizioni le persone di cambiare la loro risposta futura rispetto alla stessa situazione.


I 6 step del metodo esperienziale


1- Focalizzare la propria esperienza

Cosa faccio di solito?


2- Confrontare i propri punti di forza dalle proprie aree di miglioramento

C'è qualcosa che posso migliorare o consolidare?


3- Elaborare alternative comportamentali

In che modo posso migliorare?


4- Praticare in un contesto protetto e strutturato le alternative elaborate

Quali sono le situazioni lavorative in cui posso applicare le tecniche acquisite?


5- Definire un piano di applicazione

Cosa metterò in pratica da domani?


Dopo 30/ 40 giorni


6- Consolidare l'esperienza dopo l'applicazione nel contesto lavorativo

Cosa ho applicato e cosa ho capitalizzato?


Il metodo: Partecipo Rifletto e Applico (PRA)

Questa metodologia è utilizzata soprattutto per gli interventi di team building.

Il trainer facilita le riflessioni in seguito ad esperienze di gruppo indoor e outdoor. Il suo ruolo è di lubrificare le dinamiche di gruppo e di aiutare le persone a cogliere il significato personale delle attività svolte e di declinarlo nella propria realtà lavorativa.


Step 1- Partecipo

Attività esperienziali in e outdoor di gruppo decontestualizzate rispetto al contesto lavorativo dei partecipanti, permettono di riscoprire le proprie potenzialità e le dinamiche con i colleghi mai sperimentate nella propria vita lavorativa quotidiana.


Step 2- Rifletto

Il debriefing che segue ogni attività permettere di recuperare e valorizzare abilità presenti e poco utilizzate. Vengono, così, ricontestualizzati gli elementi emersi durante l'attività esperienziale nella propria quotidianità.


Step 3- Applico

Le riflessioni emerse durante il debriefing vengono tradotte in azioni concrete da ricordare ed applicare nel proprio contesto lavorativo.


Gli strumenti

  • • Attività individuali
    • Sperimentazioni strutturate
    • Questionari diagnostici
    • Attività di Gruppo In e Outdoor
    • Role playing
    • Esperienze di autoesplorazione
    • Tecniche narrative
    • Videoriprese + videofeedback
    • Filmografia
    • Musica
    • Storytelling
    • Testimonianze
    • Tecniche metaforiche
    • Autocasi


Teorie e Modelli di riferimento

Dharma utilizza un approccio pluralistico integrato, utilizzando i diversi modelli e teorie in modo funzionale alle peculiari situazioni didattiche per garantire il raggiungimento degli obiettivi concordati.


Umanistico Esistenziale

Psicologia Positiva
L'applicazione della Psicologia Positiva alla Formazione e allo Sviluppo
Approccio Cognitivo Comportamentale
Il ciclo dell'apprendimento di D. Kolb
Psicologia della Gestalt
Analisi Transazionale
L'applicazione dell'Analisi Transazionale alla Formazione e allo Sviluppo
L'intelligenza emotiva
Programmazione Neuro Linguistica